Premio Parasio – Città di Imperia

Ricevo l’attestato per la Menzione D’Onore al premio Parasio – Città di Imperia 2020. Grazie di cuore!

Ecco la poesia:

 
A Gao
 
A Gao levano le ancore ricolmi
i mercantili, esplodono di carichi
di bestie, palpitanti; s’affacciano
baracche sul deserto, s’imboccano
le ardenti varie rotte dell’immenso
primo mare, ch’è sogno differente:
effimere le piste, è liquefatta
la sabbia – evoca l’acqua – e riarse braccia
spuntano, mummie, e zampe di carcasse.
Perscrutano i negrieri l’orizzonte,
le tempeste lontane, polverose
e nella muta notte guida l’Orsa
Maggiore, brilla la meta polare.
L’infetta a molti l’onta del ritorno,
dei risparmi persi. Alcuni, feroci,
barattano la donna col futuro
– tramontano nel Mali abbandonate,
schiave di sesso, morte prostitute –
e pochi prendono ambiti i tuguri,
ci fanno barberie, nelle preziose
baracche ci aggiustano rottami di motori.