Centro Cultural Tina Modotti

Il Centro Cultural Tina Modotti ha tradotto in spagnolo una poesia tratta da La crepa madre.
Grazie di cuore!

di Carlo Tosetti (Italia) ita/espa

VII, 6
Non è la Crepa creata
per dilaniare pianeti,
a spicchi disfare i mondi,
tagliarli come la mela;
essa invece sutura,
sigilla le croste ed incolla
del globo neonato membrane,
rinchiude gli oceani di lava,
per fare la vita: foreste,
d’acque le arterie percorse
e d’ogni foggia le bestie.
Il fuoco imbriglia tuttora.
*
de Carlo Tosetti (Italia) espa/ita

VII, 6
No es la Grieta creada
para destrozar planetas,
para a gajos deshacer los mundos,
cortarlos como la manzana;
ella en cambio sutura,
sella las costras y pega
del globo recién nacido las membranas,
encierra los océanos de lava,
para hacer la vida: bosques,
de agua las arterias recorridas
y de cada forma las bestias.
El fuego se aprovecha todavía.

Traduzione: cctm
Foto: Carlo Tosetti

La crepa madre su Inverso – Giornale di poesia

Oggi, su Inverso – Giornale di poesia, una recensione de La crepa madre, a firma di Alfredo Rienzi, che ringrazio di cuore.
Grazie alla redazione di Inverso, che ha accolto l’articolo.

“La poesia italiana contemporanea è un arcipelago di isole. Molte non somigliano a nessun’altra: fuor di metafora molti autori e numerose opere riescono, ancora, a distinguersi come peculiari, a costituire un unicum.
La Crepa Madre di Carlo Tosetti è una di queste, certamente, per il rigore architettonico: nove capitoli, ognuno recante per titolo un sostantivo; ogni capitolo composto da 12 componimenti numerati, tranne il VI che ne ha 16. I componimenti sembrano finestre di una casa, disposti simmetricamente in numero di quattro per pagina, ognuno di 12 versi brevi. Ancora: ogni capitolo introdotto da una breve narrazione: quanto mai funzionale e illuminante. […]”

Continua la lettura su Inverso.