Poesie marine – II

E’ una serie di poesie scritte ispirandomi alle foto di Giovanni Cecchinato (le trovate qui: Costa Adriatica Nord – Liquido confine).

II.

Le procelle invernali
(orfane del gioco estivo
di travolgere e succhiare  
al largo gl’uomini e le navi)
a svellere s’appagano
le strutture dei lidi.

Vano il patteggiare

dell’uomo col mare;
ogni cosa sulla costa
traballa, tentenna,
s’aggiusta e dunque,
rinforzata, trema.

Share