L’agio


Nelle camere di Hopper,
lì pure la fine è immanente,
tutto impregna e giusto
manifesta indolente
l’alito misurato,
che gli assorti svisano
da vivi, come il barbagianni
in volo, colla brezza d’estate;
fra le anossiche mura
l’agio si lega all’emoglobina
ed intossica lento,
la vita tentenna,
dove il moto declina.


Share

Il genio


Tracciò Picasso a Vallauris,
un cerchio nella sabbia
e dopo il muto sentenziare
ai bagnanti abbacinati
dal genio, dal sole,
dai refoli serali,
vispi ch’erosero
un solco per sorriso,
forò due volte,
Picasso a Vallauris
un cerchio sulla spiaggia,
e gli diede con la retta l’odorato.


Share