Critical mono-mass

Questa mattina ho visto una tizia in bicicletta che, dovendo svoltare a sinistra ad un semaforo, si buttava in mezzo al traffico col braccio sinistro ben teso e orizzontale, per indicare la direzione.
Peccato, anzi, peccatissimo, che si trattava di un incrocio sotto il cavalcavia Bacula a Milano, laddove s’incrocia la strada che porta in tangenziale.
Un formicaio di auto giustapposte a mò di Tetris.
Insomma: quando non si ha paura, si fa paura. Lo cantava Faber: “Qui chi non terrorizza s’ammala di terrore”.
Ha creato il panico fra le auto, roba da schiacchiarla senza pietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *