Confessione choc???

fonte: Wikipedia
Trovo assolutamente ridicolo questo articolo, secondo il quale la confessione di Abel Ferrara (durante il suo soggiorno napoletano andava a Scampia per acquistare droga eccetera eccetera, per dirla alla giovane Holden) possa scatenare choc.
Vorrei ricordare soltanto un film: Il cattivo tenente.
Così, per citazione: in quel film, il tenente in questione rivolge nientemeno che a  Cristo un sofferto “Stronzo, topo di fogna, lurido topo di fogna!”. Insomma, Abel Ferrara è sempre stato EVIDENTEMENTE un poco drogato, alcolista, sofferente, angosciato.
Anche lui mi fa sorridere: che razza di confessione è? Per me sarebbe uno choc apprendere che Ferrara sia da sempre un talebano Straight edge. Bah…
Ciò detto, il regista mi piace. Del film citato consiglio la visione del “remake” di Werner Herzog, virgolettato perché Herzog si è indignato, quando Abel ha etichettando l’opera come tale, come scopiazzatura, detto senza fronzoli. Herzog  afferma che si è liberamente ispirato; io sono d’accordo. Il contesto è completamente diverso, l’episodio dello stupro della suora, il tema di fondo – religioso – che incrina la putrefatta armatura del tenente, in Herzog, non c’è. 
E poi, che cazzo, diciamolo: come si può attaccare un maestro come Werner Herzog?

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *